LA DEMOCRAZIA CRISTIANA IN ITALIA

LA STORIAGLI UOMINII CONGRESSILE ELEZIONILE CORRENTI
I DOCUMENTILE IMMAGINITESTIMONIANZEISTITUTO BRANZIRINGRAZIAMENTI

 

I░ CONGRESSO NAZIONALE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA

Roma, 24-28 aprile 1946

Sede del Congresso: Aula Magna dell'UniversitÓ
Presidente del Congresso: Giuseppe Micheli
Segretario politico in carica: Alcide De Gasperi
Presidente del Consiglio Nazionale in carica: Giulio Rodin˛
Governo in carica: I░ Governo De Gasperi
Relazione del Segretario politico: "Linee programmatiche della Democrazia Cristiana"
   
Segretario politico eletto (dal Consiglio Nazionale): Alcide De Gasperi

* * *

Lavori preparatori

Il 31 luglio 1944, nel corso del Congresso interregionale del Partito a cui partecipano i delegati di tutte le province italiane fino ad allora liberate, viene eletto Segretario politico della DC Alcide De Gasperi. In questa occasione viene eletto anche un primo Consiglio nazionale della DC, costituito da: De Gasperi, Andreotti, Cassiani, Chiri, Corsanego, Gava, Petrone, Piscitelli, Santoro-Passarelli, Scelba, Schilir˛, Segni, Spataro, Traina, Zoli (per la Toscana) e Angela Cingolani-Guidi; ed inoltre gli on. Aldisio, Cingolani, Di Borgo, Grandi, Rodin˛ (in rappresentanza degli ex deputati d.c.), e Campilli, Corsi, Pastore, Restagno, Vanoni, Venuti e Vischia in rappresentanza di organizzazioni professionali, economiche e culturali..
II I░ Congresso della Democrazia Cristiana Ŕ il vero e proprio "congresso costituente", ha luogo a Roma, nell'Aula Magna dell'UniversitÓ, dal 24 al 27 aprile del 1946. Inizialmente questo primo Congresso del Partito era previsto per i giorni dal 25 al 29 marzo, ma su richiesta di vari Comitati provinciali (impegnati nelle elezioni amministrative, non avevano potuto completare in tempo il lavoro preparatorio del Congresso) la Direzione consente una breve dilazione dell'Assise fissandone appunto la data ai giorni 24-27 aprile, ma lasciandone immutati sede e ordine dei lavori che prevedono:
a) relazione politica ed organizzativa del Segretario;
b) relazione sul programma del Partito per la Costituente: la Costituzione e la forma dello Stato;
c) discussione sullo statuto;
d) elezione del Consiglio nazionale.
Segretario politico della Democrazia Cristiana Ŕ l'on. Alcide De Gasperi, Vice Segretari sono Attilio Piccioni, Bernardo Mattarella e Giuseppe Dossetti.
Alcide De Gasperi Ŕ anche Presidente del Consiglio: il suo I░ Governo, costituito da tutti i partiti del CLN, Ŕ nato il 10 dicembre 1945.
Il Congresso viene preceduto da una inchiesta sulla scelta tra Monarchia e Repubblica condotta presso i singoli iscritti in tutte le sezioni della DC. Gli iscritti al partito esprimono le loro preferenze (su 836.812 interrogati, 503.085 si pronunciano per la Repubblica, 146.061 per la Monarchia e 187.666 per la soluzione "agnostica").

* * *

Principali interventi

Oltre alla relazione politica del Segretario del partito e Presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, tra le principali relazioni e interventi si segnalano quella di Guido Gonella, sulla "carta delle libertÓ" che veniva enunciata a contenuto della futura Costituzione; quella di Attilio Piccioni, sulla chiara scelta a favore della Repubblica nell'imminente referendum istituzionale; e quella di Enrico Mattei, comandante delle forze partigiane del Nord, sul contributo dei cattolici alla Liberazione ed alla lotta partigiana.
La DC scieglie nel suo I░ Congresso di esprimersi a favore della Repubblica, a scrutinio segreto, con 730.500 voti favorevoli, 252.000 contrari, 75.000 astenuti e schede bianche per 4.000 voti.

  • I░ Congresso nazionale della DC: relazione di Enrico Mattei
    (Roma, 24-28 aprile 1946)
  • I░ Congresso nazionale della DC: relazione di Guido Gonella
    (Roma, 24-28 aprile 1946)
  • I░ Congresso nazionale della DC: relazione di Attilio Piccioni
    (Roma, 24-28 aprile 1946)

    * * *

    Mozioni finali

    Alla Presidenza del Congresso vengono presentate circa quaranta mozioni, tra cui la mozione Pellizzari. Da citare tra le tante, quella presentata sul problema della scuola, a firma Colonnetti, e quella sulla struttura del Partito, presentata da De Cocci, oltre alle molte sul citato problema istituzionale: Domined˛ ed altri, Atzori ed altri, ecc.

  • I░ Congresso nazionale della DC: mozione Pellizzari
    (Roma, 24-28 aprile 1946)

    * * *

    Risultati e Consiglieri nazionali eletti

    Le liste presentate di candidati per il Consiglio nazionale sono 8, tra le quali una di sessanta nomi compilata dalla Direzione del Partito.
    De Gasperi propone di unificare le otto liste: questa proposta, malgrado isolate opposizioni, viene approvata e i delegati votano su una lista di circa 200 nomi, tra i quali vengono scelti i membri del primo Consiglio nazionale democristiano: che risultano i seguenti:

    De Gasperi, Piccioni, Jaut, Dossetti, Spataro, Maria Jervolino, Fanfani, Gronchi, Restagno, Gonella, Brusasca, Segni, Pastore, Lazzati, Andreotti, Cassiani, Malvestiti, Cappi, Storchi, Taviani, Pellizzari, Montini, Scelba, Grandi, Vanoni, Del Bo, Tupini, Bo, Ravaioli, Jacini, Aldisio, Fuschini, Bianchini Laura, Guidi Cingolani Angela, Ceschi, Rapelli, Manzini, Merlin, Petrone, Zoli, Marazza, Latanza, Salizzoni, Bonomi, Sabatini, Mattarella, Barbina, Domined˛, Cingolani, Colonnetti, Geuna, Pezzini, Scoca, Micheli, Santoro, Passarelli, Coccia, Canaletti Gaudenti, Fogolari Giulia, Criconia, Tosatti

    * * *

    Dopo il I░ Congresso

    Il 29 aprile 1946 si riunisce per la prima volta il Consiglio nazionale, presieduto dal dr. Giorgio Jaut di Trieste in segno di solidarietÓ cori i fratelli della Venezia Giulia.
    Alcide De Gasperi viene confermato per acclamazione Segretario politico, e Attilio Piccioni viene eletto Vice Segretario (unico). Vengono inoltre eletti gli altri membri della Direzione: Restagno (confermato Segretario amministrativo), Pastore, Dossetti, Maria Jervolino, Brusasca, Mattarella, Vanoni, Lazzati, Petrone, Fuschini, Fanfani. Guido Gonella Ŕ confermato direttore de "Il Popolo".
    Entrano a far parte della Direzione anche l'on. Achille Grandi, Segretario della CGIL; Angela Guidi Cingolani, Delegata nazionale del Movimento Femminile; Giulio Andreotti, Delegato nazionale dei Gruppi Giovanili.
    Rimangono a far parte della Direzione (su proposta di De Gasperi, approvata all'unanimitÓ) l'on. Umberto Tupini quale Commissario per la Costituente e l'on. Mario Cingolani quale Commissario per la Consulta nazionale. Vi partecipano infine con voto consultivo i ministri Gronchi e Scelba, e i sottosegretari Cassiani, Marazza, Segni e Spataro.


  • torna indietro home page stampa la pagina Portale della Democrazia Cristiana - un progetto ideato dall'Istituto "Renato Branzi" di Firenze