LA DEMOCRAZIA CRISTIANA IN ITALIA

LA STORIAGLI UOMINII CONGRESSILE ELEZIONILE CORRENTI
I DOCUMENTILE IMMAGINITESTIMONIANZEISTITUTO BRANZIRINGRAZIAMENTI

 

IV░ CONGRESSO NAZIONALE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA

Roma, 21-25 novembre 1952

Sede del Congresso: Teatro dell'Opera
Presidente del Congresso: Gianni Bartoli
Segretario politico in carica: Guido Gonella
Presidente del Consiglio Nazionale in carica: Alcide De Gasperi
Governo in carica: VII░ Governo De Gasperi
Relazione del Segretario politico: "L'opera della DC per la difesa e il rafforzamento dello Stato democratico"
   
Segretario politico eletto (dal Consiglio Nazionale): Guido Gonella

* * *

Lavori preparatori

Il IV░ Congresso nazionale si svolge dopo tre anni dal precedente (a differenza della cadenza biennale che il Partito si era data), a causa di una serie di motivi politici (il Consiglio nazionale del Partito del 12-13 dicembre 1951 decide di svolgere il Congresso nazionale dopo le elezioni amministrative nel Meridione del 1952) e di emergenza (le inondazioni che colpiscono l'Italia in quel periodo).
La situazione politica precedente al IV░ Congresso Ŕ segnata da alcuni gravi fatti di politica internazionale (la guerra in Corea del 1950), e da tensioni in politica interna soprattutto tra i socialdemocratici. A causa di conflitti interni a quel partito sulla partecipazione o meno ai Governi De Gasperi, due sono state le crisi che si sono succedute tra il III░ ed il IV░ Congresso.
Al momento della celebrazione congressuale, il Segretario politico della DC Ŕ l'on. Guido Gonella (in carica dal 19 aprile 1950), ed i Vice Segretari sono Domenico Ravaioli e Vincenzo Sangalli.
L'on. Alcide De Gasperi guida il suo VII░ Governo, costituito dalla Democrazia Cristiana e dal Partito Repubblicano. E in Parlamento Ŕ stata recentemente approvata la nuova legge elettorale maggioritaria
All'interno della DC il dibattito politico intorno alla linea degasperiana, particolarmente animato nel III░ Congresso da parte della sinistra democristiana di Giuseppe Dossetti, appare ora molto pi¨ attenuato. Lo stesso Dossetti rassegna le dimissioni da Consigliere nazionale del Partito.

* * *

Principali interventi

La relazione del Segretario politico on. Gonella verte su "L'opera della DC per la difesa e il rafforzamento dello Stato democratico", data la necessitÓ politica di rafforzare le istituzioni democratiche, una volta fermata la minaccia comunista sul Paese, e alla vigilia delle nuove elezioni politiche nel 1953. Inoltre, il sen. Mario Cingolani e l'on. Giuseppe Bettiol svolgono due relazioni sul lavoro svolto dai due Gruppi parlamentari democristiani al Senato ed alla Camera.
Altre tre sono le relazioni su cui si svolge il dibattito congressuale: quella del prof. Mario Ferrari Aggradi su "Stato ed economia", quella del prof. Giordano Dell'Amore su "Stato e amministrazione" e quella del prof. Giuseppe Petrilli su "Stato e sicurezza sociale".

  • IV░ Congresso nazionale della DC: relazione di Mario Ferrari Aggradi
    (Roma, 21-25 novembre 1952)
  • IV░ Congresso nazionale della DC: relazione di Giuseppe Petrilli
    (Roma, 21-25 novembre 1952)
  • IV░ Congresso nazionale della DC: relazione di Giordano Dell'Amore
    (Roma, 21-25 novembre 1952)

    * * *

    Mozioni finali

    Il Congresso discute le tre relazioni suddette in tre sezioni separate, e vengono presentati tre ordini del giorno, approvati per acclamazione.
    La mozione finale del IV░ Congresso viene presentata dal delegato di Agrigento Luigi Giglia, insieme a circa quaranta congressisti, con la quale si approva la relazione del Segretario politico Gonella e si dÓ mandato al nuovo Consiglio nazionale eletto dal Congresso di redigere un unico documento riassuntivo di tutti gli ordini del giorno presentati. La mozione finale Ŕ votata all'unanimitÓ
    Altri tre ordini del giorno vengono presentati e approvati a maggioranza: uno presentato dal delegato Ferrante per rinviare le modifiche statutarie al successivo Congresso, un altro a firma di Gronchi sulla necessitÓ di convocare nuovamente il Congresso dopo le elezioni politiche dell'anno successivo, e infine uno a firma Carignani sul movimento reduci.

  • IV░ Congresso nazionale della DC: mozione finale e ordini del giorno
    (Roma, 21-25 novembre 1952)

    * * *

    Risultati e Consiglieri nazionali eletti

    E' lo stesso on. Alcide De Gasperi che presenta una lista di candidati di "concentrazione unitaria" per il nuovo Consiglio nazionale del Partito, che "indicasse visibilmente la volontÓ del Congresso di affrontare la prossima lotta elettorale nella unitÓ di tutte le forze". La lista dei Consiglieri nazionali eletti dal IV░ Congresso Ŕ la seguente:

    parlamentari
    De Gasperi, Andreotti, Del Bo, De Martino Carmine, Fanfani, Gonella, Gronchi, Piccioni, Rapelli, Restagno, Rumor, Taviani, Tupini Umberto, Scelba, Segni, Aldisio, Scalfaro, Conti, Pastore, Cappugi, Sabatini
    non parlamentari
    Alessi, Ardig˛, Boni, Dal Falco, Dall'Oglio, Ferrari Aggradi, Falcon, Folchi, Fogolari, Froggio, Priore, Ravioli, Sala, Santoro Passarelli, Solari, Barbi, Elkan, Romani, Storti, Pennazzato, Scalia
    rappresentanti regionali
    Berthet (Val d'Aosta), Sibille (Piemonte), Sangalli (Lombardia), Carraro (Veneto), Dalvit (Trentino-Atto Adige), Bersanti (Friuli), Corghi (Emilia), Boracchia (Liguria), Battistini (Toscana), Radi (Umbria), Forlani (Marche), Sorge (Abruzzi), Santoro (Molise), Basso (Puglie), Marazza (Lazio), Di Giovanni (Campania), Spasari (Calabria), Merenda (Lucania), Restivo (Sicilia), Campus (Sardegna), Bologna (Trieste)


  • torna indietro home page stampa la pagina Portale della Democrazia Cristiana - un progetto ideato dall'Istituto "Renato Branzi" di Firenze