LA DEMOCRAZIA CRISTIANA IN ITALIA

LA STORIA GLI UOMINI I CONGRESSI LE ELEZIONI LE CORRENTI
I DOCUMENTI LE IMMAGINI TESTIMONIANZE ISTITUTO BRANZI RINGRAZIAMENTI

 

VII░ CONGRESSO NAZIONALE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA

Firenze, 23-28 ottobre 1959

Sede del Congresso:   Teatro della Pergola
Presidente del Congresso:   Attilio Piccioni
Segretario politico in carica:   Aldo Moro
Presidente del Consiglio Nazionale in carica:   Adone Zoli
Governo in carica:   II░ Governo Segni
Relazione del Segretario politico:   "I modi per ampliare ulteriormente i consensi allo Stato democratico, ponendo al suo servizio un Partito unico e consapevole della validitÓ del suo programma"
     
Segretario politico eletto (dal Consiglio Nazionale):   Aldo Moro

* * *

Lavori preparatori

Data, sede e tema del VII░ Congresso nazionale della DC vengono definiti alla fine del 1958. Dopo le dimissioni dell'on. Fanfani da Presidente del Consiglio dei Ministri e da Segretario politico della Democrazia Cristiana, e dopo la spaccatura della corrente maggioritaria nel Partito, "Iniziativa Democratica", tra dorotei e fanfaniani, viene eletto Segretario politico l'on. Aldo Moro, nel marzo 1959, e tutto viene confermato circa la celebrazione del Congresso.
Nel periodo intercorso dal precedente Congresso, si sono succeduti il Governo Zoli (a cui si deve la difficile battaglia sui patti agrari), il I░ Governo Segni (che firma i Trattati di Roma istitutivi delle ComunitÓ europee), le elezioni politiche del 1958 (con il maggior successo elettorale della DC, dopo il 1948), il Governo bipartito DC-PSDI di Fanfani.
Il Congresso vive lo scontro interno tra Fanfani e i dorotei guidati da Moro. Il principale oggetto dello scontro riguarda l'apertura a sinistra. Comunque, Ŕ lo stesso Moro consapevole dell'esaurimento della formula centrista.

* * *

Principali interventi

Vengono presentati alla Presidenza del Congresso 14 ordini del giorno. Su proposta del Presidente del Congresso, il sen. Piccioni, gli ordini del giorno vengono rinviati all'esame del nuovo Consiglio nazionale eletto dal Congresso.
Vengono presentate cinque liste, con le relative mozioni politiche collegate. La Lista n. 1 Ŕ guidata da Giulio Andreotti, e raccoglie la destra democristiana. La Lista n. 2 Ŕ guidata da Fiorentino Sullo, raccoglie la sinistra democristiana, ed appoggia la linea politica espressa da Amintore Fanfani. La Lista n. 3 Ŕ guidata da Adone Zoli, e raggruppa la parte della corrente di "Iniziativa Democratica" rimasta sulla linea di Amintore Fanfani, insieme alla componente sindacale del Partito. La Lista n. 4 Ŕ guidata da Aldo Moro, da pochi mesi Segretario politico della DC, e raccoglie l'altra parte della corrente di "Iniziativa Democratica", raggruppata intorno ai dorotei. Infine, la Lista n. 5 raccoglie gli uomini pi¨ legati a Mario Scelba ed anch'essi ostili alla linea politica di Amintore Fanfani.

  • VII Congresso nazionale della DC: intervento di Paolo Emilio Taviani
    (Firenze, 24 ottobre 1959)
  • VII Congresso nazionale della DC: intervento di Amintore Fanfani
    (Firenze, 27 ottobre 1959)
  • VII Congresso nazionale della DC: intervento di Giulio Andreotti
    (Firenze, 27 ottobre 1959)
  • VII Congresso nazionale della DC: intervento di Mario Scelba
    (Firenze, 28 ottobre 1959)
  • * * *

    Mozioni finali

  • VII░ Congresso nazionale della DC: mozione n. 1 (Primavera)
    (Firenze, 23-28 ottobre 1959)
  • VII░ Congresso nazionale della DC: mozione n. 2 (Sinistra di Base)
    (Firenze, 23-28 ottobre 1959)
  • VII░ Congresso nazionale della DC: mozione n. 3 (Nuove Cronache e sindacalisti)
    (Firenze, 23-28 ottobre 1959)
  • VII░ Congresso nazionale della DC: mozione n. 4 (Dorotei)
    (Firenze, 23-28 ottobre 1959)
  • VII░ Congresso nazionale della DC: mozione n. 5 (Centrismo Popolare)
    (Firenze, 23-28 ottobre 1959)

    * * *

    Risultati e Consiglieri nazionali eletti

    LISTA 1
    (PRIMAVERA)
    LISTA 2
    (SINISTRA DI BASE)
    LISTA 3
    (NUOVE CRONACHE E
    SINDACALISTI)
    LISTA 4
    (DOROTEI)
    LISTA 5
    (CENTRISMO
    POPOLARE)
    parlamentari eletti
    Andreotti Giulio
    Fanfani Amintore
    Zoli Adone
    Forlani Arnaldo
    Pastore Giulio
    Tambroni Ferdinando
    Ferrari Aggradi Mario
    Malfatti Franco Maria
    Bo Giorgio
    De Meo Gustavo
    Natali Lorenzo
    Barbi Paolo
    Penazzato Dino
    ButtÚ Alessandro
    Folchi Alberto
    Radi Luciani
    Donat Cattin Carlo
    Merlin Umberto
    Curti Aurelio
    Moro Aldo
    Segni Antonio
    Zaccagnini Benigno
    Colombo Emilio
    Salizzoni Angelo
    Rumor Mariano
    Spataro Giuseppe
    Taviani Paolo Emilio
    Russo Carlo
    Badaloni Maria
    Mattarella Bernardo
    Cossiga Francesco
    Delle Fave Umberto
    Berloffa Alcide
    Dal Falco Luciano
    Pugliese Vittorio
    Caron Giuseppe
    Scaglia Giovan Battista
    Lattanzio Vito
    Truzzi Ferdinando
    Magrý Domenico
    Gullotti Antonino
    Gotelli Angeli
    Oliva Giorgio
    Vetrone Mario
    Sarti Adolfo

    non parlamentari eletti

    Granelli Luigi Branzi Renato
    Arnaud Gian Aldo
    Darida Clelio
    Borrini Carlo
    Nepi Gualtiero
    Cabras Paolo
    Corghi Corrado
    Valsecchi Pasquale
    Solimene Saverio
    Ciccardini Bartolo
    Agrimi Alessandro
    D'Angelo Giuseppe
    Hazon Filippo
    Pinna Giovanni
    Cangialosi Domenico
    Laura Ernesto Guido
    Fanton Carlo
    La Loggia Giuseppe
    Morlino Tommaso
    Odorizzi Tullio
    Giacchetto Giuseppe
    Anselmi Tina
    Foresi Palmiro
    Salvi Franco
    Rosati Elio
    Fasino Mario
    Bottari Carlo
    Belci Corrado
    Clemente Nando
    Bisaglia Antonio
    Meucci Enzo
    Clausi Schettini Arnaldo
    Marchiani Giordano
    Speranza Edoardo
    Bruni Francesco
    Mazzarino Mario
    Orsini Gianfranco
    Dessy Ernesto
    Masseo Marco
    Forcella Carlo
    Ronga Carlo
    SchininÓ Giovan Battista
    Vitale Lino
    Tiriolo Elio

    in rappresentanza delle regioni
    Guglielminetti Andrea (Piemonte); Novara Giampaolo (Liguria); Zambetti Enzo (Lombardia); Dalvit Luigi (Trentino); Carraro Luigi (Veneto); Bressani Piergiorgio (Friuli); Ardig˛ Achille (Emilia); Ghilardi Baldo (Toscana); Spitella Giorgio (Umbria); Venturi Giovanni (Marche); Evangelisti Franco (Lazio); De Dominicis Pietro (Abruzzo); Lettieri Nicola (Campania); Urso Giacinto (Puglie); Verrastro Vincenzo (Basilicata); Bova Francesco (Calabria); D'Angelo Giuseppe (Enna, Sicilia); Soddu Pietro (Sardegna); Gervasoni Michele (Europa Occidentale)
    in rappresentanza degli amministratori provinciali
    Maggio Giovanni (Italia settentrionale); Martello Tommaso (Italia centrale); Meloni Giuseppe (Italia meridionale)
    in rappresentanza degli Sindaci
    Boni Bruno e Piccoli Nilo (Italia settentrionale); Lucchesi Primo e La Penna Gerolamo (Italia centrale); Lo Giudice Barbaro e Amodio Francesco (Italia meridionale)

    * * *

    Dopo il VII░ Congresso

    Il Consiglio nazionale del Partito, eletto dal VII░ Congresso, si riunisce per la prima volta il 19 novembre 1959.
    Per acclamazione, viene proclamato Presidente del Consiglio nazionale il sen. Adone Zoli.
    Successivamente, viene eletto il Segretario politico, confermando l'on. Aldo Moro con 132 voti (su 140 votanti), 7 schede bianche, 1 nulla.
    Infine, la nuova Direzione centrale risulta costituita da Paolo Barbi, Arnaldo Forlani, Angelo Salizzoni, Fiorentino Sullo, Stanislao Ceschi, Franco Maria Malfatti, Alcide Berloffa, Corrado Corghi, Gustavo De Meo, Bernardo Mattarella, Umberto Delle Fave, Franco Salvi, Adolfo Sarti, Tommaso Morlino, Giovan Battista Scaglia, Ferdinando Truzzi, Carlo Donat Cattin, Luciano Dal Falco, Roberto Lucifredi, Franco Evangelisti.
    Nella riunione della Direzione centrale del 27 novembre 1959 vengono nominati due Vice Segretari, Angelo Salizzoni e Giovan Battista Scaglia.

    * * *


  • torna indietro home page stampa la pagina Portale della Democrazia Cristiana - un progetto ideato dall'Istituto "Renato Branzi" di Firenze