LA DEMOCRAZIA CRISTIANA IN ITALIA

LA STORIA GLI UOMINI I CONGRESSI LE ELEZIONI LE CORRENTI
I DOCUMENTI LE IMMAGINI TESTIMONIANZE ISTITUTO BRANZI RINGRAZIAMENTI

 

VIII° CONGRESSO NAZIONALE DELLA DEMOCRAZIA CRISTIANA

Napoli, 27-31 gennaio 1962

Sede del Congresso:   Teatro San Carlo
Presidente del Congresso:   Attilio Piccioni
Segretario politico in carica:   Aldo Moro
Presidente del Consiglio Nazionale in carica:   Attilio Piccioni
Governo in carica:   III° Governo Fanfani
Relazione del Segretario politico:   "Le responsabilità della Democrazia Cristiana per il governo del Paese e lo sviluppo democratico della società italiana"
     
Segretario politico eletto (dal Consiglio Nazionale):   Aldo Moro

* * *

Lavori preparatori

Napoli è stata sede del II° (1947) e del V° (1954) Congresso nazionale della DC. L'VIII° si celebra dopo la grave crisi politica del Governo Tambroni, superata in sede parlamentare con il III° Governo Fanfani.
Il Segretario politico è l'on. Aldo Moro, eletto il 16 marzo 1959 e confermato dopo l'ultimo Congresso a Firenze, e i due Vice Segretari sono l'on. Angelo Salizzoni e l'on. Giovan Battista Scaglia.
Il Congresso si svolge mentre si sono sviluppate a livello locale esperienze amministrative comuni tra DC e PSI, e il dibattito si svolge intorno alla possibilità di aprire nuovi coinvolgimenti anche a livello parlamentare.

* * *

Principali interventi

L'VIII° Congresso diventa il Congresso che sancisce l'apertura a sinistra della Democrazia Cristiana, attraverso un percorso politico che vede nell'immediato futuro l'appoggio parlamentare del PSI ad un tripartito guidato dall'on. Fanfani.
Il Congresso sancisce anche il principio della nazionalizzazione dell'energia elettrica, l'avvio di una "politica di piano" o di una "programmazione economica" per lo sviluppo del Paese, e l'insostituibilità dell'istituzione delle regioni.
Contrari all'avvento del centro-sinistra si dichiarano Mario Scelba, Guido Gonella e Giulio Andreotti.
Le liste presentate per l'elezione del nuovo Consiglio nazionale sono quattro. La Lista n. 1 è quella di "Rinnovamento Democratico", e raggruppa i sindacalisti di Giulio Pastore. La Lista n. 2 è quella della "Linea Moro-Fanfani", lista maggioritaria nel Partito e guida verso il centro-sinistra e l'apertura verso il PSI. La Lista n. 3 è quella degli "Amici di Base", la sinistra democristiana alleata a Moro e Fanfani. La Lista n. 4 è quella di "Centrismo Popolare", politicamente ostile all'apertura a sinistra.
Due sono le mozioni politiche presentate all'VIII° Congresso. La prima dagli amici di Aldo Moro e di Amintore Fanfani, a cui si collegano anche la sinistra degli "Amici di Base" e dei sindacalisti di "Rinnovamento Democratico". La seconda mozione è quella di "Centrismo Popolare", la destra democristiana di Mario Scelba, Giulio Andreotti e Oscar Luigi Scalfaro.

  • VIII Congresso nazionale della DC: intervento di Mariano Rumor
    (Napoli, 29 gennaio 1962)
  • VIII Congresso nazionale della DC: intervento di Giulio Pastore
    (Napoli, 30 gennaio 1962)
  • VIII Congresso nazionale della DC: intervento di Paolo Emilio Taviani
    (Napoli, 30 gennaio 1962)
  • VIII Congresso nazionale della DC: intervento di Mario Scelba
    (Napoli, 30 gennaio 1962)
  • VIII Congresso nazionale della DC: intervento di Amintore Fanfani
    (Napoli, 31 gennaio 1962)
  • * * *

    Mozioni finali

  • VIII Congresso nazionale della DC: mozione di maggioranza
    (Napoli, 27-31 gennaio 1962)
  • VIII Congresso nazionale della DC: mozione "Centrismo Popolare"
    (Napoli, 27-31 gennaio 1962)

    * * *

    Risultati e Consiglieri nazionali eletti

    LISTA 1
    "RINNOVAMENTO
    DEMOCRATICO"
    LISTA 2
    "LINEA
    MORO-FANFANI"
    LISTA 3
    "AMICI
    DI BASE"
    LISTA 4
    "CENTRISMO
    POPOLARE"
    parlamentari eletti
    Pastore Giulio
    Donat Cattin Carlo
    Scalia Vito
    Penazzato Dino
    Butté Alessandro
    Moro Aldo
    Zaccagnini Benigno
    Rumor Mariano
    Colombo Emilio
    Forlani Arnaldo
    Salizzoni Angelo
    Gui Luigi
    Berloffa Alcide
    Gaspari Remo
    Malfatti Franco Maria
    Ferrari Aggradi Mario
    Barbi Paolo
    Natali Lorenzo
    Cossiga Francesco
    Lattanzio Vito
    Scaglia Giovan Battista
    Delle Fave Umberto
    Gullotti Nino
    Russo Carlo
    Spataro Giuseppe
    Bo Giorgio
    Radi Luciano
    Truzzi Ferdinando
    Sarti Adolfo
    Antoniozzi Dario
    Mattarella Bernardo
    Dal Falco Luciano
    Rampa Leandro
    Badaloni Maria
    D'Arezzo Bernardo
    Folchi Alberto
    Curti Aurelio
    Vetrone Mario
    Magrì Domenico
    Pugliese Vittorio
    Oliva Giorgio
    Gioia Giovanni
    Gotelli Angela
    Vincelli Sebastiano
    Bertè Pirantonio
    Sullo Fiorentino
    Ripamonti Camillo
    Scarlato Vincenzo
    Negrari Andrea
    Andreotti Giulio
    Scelba Mario
    Scalfaro Oscar Luigi
    Cajati Giulio
    Fanelli Augusto
    Restivo Franco
    Lucifredi Roberto
    Elkan Giovanni
    Martinelli Mario
    Iozzelli Attilio
    Pignatelli Gaspare
    non parlamentari eletti
    Ciccardini Bartolo
    Borrini Carlo
    Mengozzi Dario
    Giacomo Romano
    Freato Sereno
    Branzi Renato
    Morlino Tommaso
    Pinna Giovanni
    Saraceno Pasquale
    Darida Clelio
    Salvi Franco
    Clemente Fernando
    Barba Davide
    Rosati Elio
    Bisaglia Antonio
    Bubbico Mauro
    Bruni Francesco
    Di Cagno Vitantonio
    Mazzarino Mario
    Solimene Saverio
    Arnaud Gian Carlo
    Anselmi Tina
    La Loggia Giuseppe
    Giacchetto Giuseppe
    Vitale Livio
    Bottari Carlo
    Dalvit Luigi
    Caron Giuseppe
    D'Angelo Giuseppe
    Tiriolo Elio
    Marchiani Giordano
    Meucci Enzo
    Speranza Edoardo
    Venturi Giovanni
    Fasino Mario
    Lo Giudice Barbaro
    Pandolfi Filippo
    Milanesi Bruno
    Mazzaroli Antonio
    Dessy Ernesto
    Schininà Giovanni B.
    Del Rio Giovanni
    Butini Ivo
    Fada Annibale
    De Mita Ciriaco
    Galloni Giovanni
    Granelli Luigi
    Pistelli Nicola
    De Poli Dario
    Dall'Oglio Cesare
    Senese Ignazio
    Alessi Giuseppe
    Stagno d'Alcontres Ferdinando
    Ravaioli Domenico
    Palmitessa Ennio
    Uberti Giovanni
    Caiola Antonio
    Giuffrida Renato
    Solari Domingo
    Poletti Laerte
    rappresentanti delle Regioni
    Nando Collidà (Piemonte), Paolo Farinet (Val d'Aosta), Giampaolo Novara (Liguria), Giovanni Marcora (Lombardia), Luigi Carraro (Veneto), Giorgio Grigolli (Trentino), Gino Cocianni (Friuli-Venezia Giulia), Corrado Belci (Trieste ed Istria), Achille Ardigò (Emilia-Romagna), Baldo Ghilardi (Toscana), Giorgio Spitella (Umbria), Gualtiero Nepi (Marche), Franco Evangelisti (Lazio), Pietro De Dominicis (Abruzzi), Bruno Vecchiarelli (Molise), Guido Delcogliano (Campania), Giacinto Urso (Puglie), Vincenzo Verrastro (Basilicata), Sergio Pizzini (Calabria), Giuseppe D'Angelo (Sardegna), Renzo Lo Mazzi (Europa Occ.)
    rappresentanti delle Province
    Aristide Marchetti (Nord), Nicola Signorello (Centro), Antonino Drago (Sud)
    rappresentanti dei Sindaci
    Bruno Boni e Giorgio Pasquali (Nord), Giuliano La Penna e Giorgio La Pira (Centro), Alessandro Agrimi e Francesco Virgilio (Sud)

    * * *

    Dopo l'VIII Congresso

    Il 5 febbraio 1962 si riunisce per la prima volta il nuovo Consiglio nazionale della DC, sotto la Presidenza del primo degli eletti, l'on. Aldo Moro.
    Su proposta dello stesso Moro, il Consiglio nazionale elegge per acclamazione il sen. Attilio Piccioni quale Presidente del Consiglio nazionale.
    Il Consiglio nazionale procede alla elezione delle cariche del partito:
    - come Segretario politico viene confermato l'on. Aldo Moro con 137 voti a favore, 1 astenuto, 24 schede bianche;
    - come Segretario amministrativo viene confermato Renato Branzi;
    - come mebri della nuova Direzione centrale: Angelo Salizzoni, Alcide Berloffa, Ferdinando Truzzi, Tommaso Morlino, Giovan Battista Scaglia, Franco Salvi, Nino Gullotti, Roberto Lucifredi, Stanislao Ceschi, Paolo Barbi, Arnaldo Forlani, Adolfo Sarti, Franco Maria Malfatti, Bernardo Mattarella, Franco Evangelisti, Luciano Dal Falco, Giovanni Galloni, Leandro Rampa, Carlo Donat Cattin, Giovanni Pinna.
    Nella prima riunione della nuova Direzione centrale, vengono eletti i nuovi Vice Segretari: Angelo Salizzoni, Giovan Battista Scaglia, Arnaldo Forlani.

    * * *


  • torna indietro home page stampa la pagina Portale della Democrazia Cristiana - un progetto ideato dall'Istituto "Renato Branzi" di Firenze